Igiene industriale e ambientale


Agenti chimici aerodispersi

  • Controllo dell'esposizione ad agenti chimici (quali polveri, fumi di saldatura, nebbie oleose, vapori di solventi, ecc.) negli ambienti di lavoro
  • Monitoraggio ambientale degli agenti inquinanti durante la bonifica dei siti industriali
  • Valutazione del rischio di esposizione al piombo, rif. D.L. n° 277 del 15/08/91
  • Valutazione del rischio di esposizione alla polvere e alle fibre libere di amianto, rif. D.L. n° 277 del 15/08/91 e D.M. del 6 settembre 1994
  • Valutazione del rischio di silicosi per l'assicurazione INAIL, rif. D.P.R. n° 1124 del 30/06/65 e D.M. del 20/06/88
  • Valutazione del rischio di esposizione ad agenti chimici cancerogeni (R45, R49) secondo D.Lgs. 106/09.
  • Rischio chimico
  • Formazione/informazione (programma e materiale) 


Agenti Biologici

  • Valutazione del rischio di esposizione a microrganismi, secondo D.L. n° 626 del 19/09/94
  • Formazione/informazione (programma e materiale)

Attività lavorative associate a rischio biologico specifico: 
- Industria alimentare 
- Industrie di lavorazione pelli, lana e prodotti di origine animale 
- Aricoltura e Zootecnia 
- Servizio Sanitario e laboratori analisi e di ricerca 
- Attività di trattamento acque reflue, di smaltimento e raccolta rifiuti 
- Valutazione della contaminazione biologica dell'aria in ambienti indoor


Rumore 
RILIEVI FONOMETRICI FINALIZZATI ALLA VALUTAZIONE DEL RISCHIO RUMORE IN AMBIENTE DI LAVORO: i nostri tecnici sono a disposizione per effettuare i Rilievi Fonometrici finalizzati alla Valutazione del Rischio Rumore completa del calcolo delle esposizioni quotidiane dei lavoratori secondo quanto previsto dal D.Lgs. 195/06 e il conseguente inserimento del titolo V-bis - Protezione da Agenti Fisici - nel D.Lgs. 626/94 e successive modifiche. 
Al termine delle misure, il Laboratorio rilascerà una relazione tecnica comprensiva della metodologia di misura e giudizio. 
Formazione del personale sul rischio derivante dall’esposizione a rumore.

RUMORE ESTERNO: misura e valutazioni delle emissioni e delle immissioni di rumore nell'ambiente esterno e abitativo ai sensi di: Legge 26 ottobre 1995 n. 447 (Legge quadro sull'inquinamento acustico), D.P.C.M. 14/11/97 (Determinazione dei valori limite delle sorgenti sonore), D.M. 16/03/98 (Tecniche di rilevamento e di misurazione dell'inquinamento acustico).

Vibrazioni 
Valutazione specifica del rischio da vibrazioni tramite:

  • L'acquisizione preliminare della documentazione necessaria, l’elenco e stato di conservazione delle attrezzature e modalità del lavoro;
  • Studio delle attività lavorative, acquisizione delle informazioni sui processi lavorativi, sulle modalità di esecuzione delle attività, sul livello di formazione ed
  • informazione degli addetti;
  • Effettuazione dei rilievi strumentali;
  • Redazione documento sulla valutazione dei rischi vibrazioni meccaniche ai sensi del D. Lgs 187/05, in cui saranno identificate le misure di prevenzione e protezione per l’eliminazione o la riduzione del rischio con l’indicazione delle priorità di intervento e dei miglioramenti necessari.
  • Formazione del personale sul rischio derivante dall’esposizione a Vibrazioni meccaniche.